Cosa dicono i viaggiatori

Di seguito il racconto di alcune persone che hanno vissuto questa bella esperienza.

Gloria:

"Sono appena rientrata dalle vacanze con il cuore pieno di emozioni e sorrisi. Il Mozambico che piacevole scoperta!
Prima di partire non sapevo bene cosa aspettarmi; avevo già viaggiato in Africa e avevo paura che il Mozambico non fosse all'altezza delle aspettative...mi sembrava che le poche notizie reperite dall'Italia fossero molto sommarie, tutte rivolte ad un target di turismo di lusso... non mi convinceva. Poi fortunatamente, grazie a preziose informazioni di un ragazzo appena rientrato dopo un anno di missione in questa terra di Boa Gente, abbiamo conosciuto l'Associazione SOLE e da lì è iniziato il nostro "viaggio di conoscenza".
Abbiamo avuto la fortuna di scoprire il Mozambico con le grandi risorse ancora incontaminate, il verde intenso di Mongue in contrasto con le strade di terra rossa, gli infiniti bananeti, le spiagge selvagge di Chizavane, le balene di Tofo, il mare cristallino di Santa Carolina, i leoni assonnati del Parco Gorongosa, l'atmosfera magica che solo una notte di luna piena a Ilha de Mozambique può regalare e poi… le donne avvolte nelle capulane coloratissime ai bordi delle strade che camminano, camminano sempre per andare chissà dove, con la testa carica di ogni cosa e poi i bambini con i loro sorrisi, con lo stupore negli occhi.
Ho nella testa tantissime fotografie indimenticabili".
Gloria Boaglio

Silvia e Patrizia

 "Siamo due socie di SOLE, quest'estate abbiamo deciso di trascorrere le nostre ferie in Mozambico per conoscere più da vicino i progetti che come Associazione sosteniamo ma anche per visitare il Paese insieme ad altre persone: un gruppo di "turisti responsabili", in tutto sei donne ed un uomo (alla faccia del cosidetto "sesso debole"...).

Il gruppo si mostra sin da subito piuttosto vivace e desideroso di sperimentarsi in quest'esperienza, quasi per tutti nuova, anche se non manca qualche occasione d'ansia: "solo" sei persone su sette hanno paura di volare... Cominciamo bene!
Silvia:
Finalmente siamo in Africa! Conosciamo i diversi volti della capitale Maputo: l'arte è presente ovunque - dai mosaici-murales alle sculture realizzate con le armi durante la guerra civile - e si respira aria di rinascita ad ogni angolo.
Dopo alcuni giorni trascorsi tra mercati, progetti sociali, inviti presso famiglie del quartiere e safari partiamo verso il nord seguendo la meravigliosa costa lambita dall'Oceano Indiano.
Patrizia:
Non vedevo l'ora di tornare in Africa: sensazioni, sapori, colori, Terra di boa gente, di contraddizioni e sensazioni forti.
Sapevo che sarebbe stata un'esperienza faticosa, ma anche intensa, perché l'Africa è un luogo dove il tempo scorre lento e c'è sempre spazio per un sorriso e due parole. L'emozione più bella è l'arrivo a Metoro, dove sette anni fa non c'era nulla e oggi sorge il fantastico asilo Girassol realizzato grazie all’impegno dei volontari di SOLE Onlus.
Ritrovo sguardi curiosi, cuori vicini, gente semplice ma generosa di materia e di sentimento. E i bambini, i giovani, affettuosi, allegri con nulla, affamati di attenzioni e conoscenza. Persone, volti, sguardi e poi… l’asilo. E’ deserto di domenica, ma sento i canti e percepisco la presenze dei bambini, la scuola e la ricreazione, ogni spazio adeguato. Ricordo i primi anni: le lezioni sotto il grande baobab, la struttura per la stagione delle piogge, piccola e angusta, d’emergenza…ma ora c’è tutto questo… e le lacrime che scendono spontanee, sono di gioia.
L’ultima parte del viaggio, a cui partecipa solo una parte del gruppo, la dedico all’infantario di Mephanira, nel Niassa, territorio dimenticato e difficile. Gli occhi dei bambini di quel luogo, con un immenso bisogno di affetto e di attenzioni, ancora oggi mi investono e mi riportano alla profondità di emozioni vere, dove le parole sarebbero incomprensibili, ma il cuore parla un linguaggio comune ed universale.
Le giornate sono trascorse tra fatica, risate e canti sul furgone che macinava chilometri di polvere e paesaggi, un gruppo unito nella voglia di condivisione, aperto alla conoscenza ed anche agli imprevisti che un viaggio del genere comporta, ma pronto a trovare sempre una soluzione adeguata per tutti e con la sensibilità giusta per affrontare anche situazioni complesse e delicate. Siamo state veramente fortunate!
Ed al ritorno, ci siamo accorte che un pezzo di cuore è rimasto là, e ci siamo sentite divise tra due realtà a volte in contraddizione, un po’ come l’Africa".
Silvia Follador – Patrizia Gaudeni

Rosalba e Maria Rosaria, una coppia perfetta !!

Rosalba e Maria Rosaria sono due esperte viaggiatrici che possono dire di aver visitato quasi tutto il mondo! Avevano deciso di fare un viaggio in Mozambico per conoscere il paese e per andare a conoscere la ragazzina che stavano sostenendo a distanza.
Siamo rimasti impressionati dalla loro competenza e dal metodo che usano per selezionare l’operatore a cui si affideranno per viaggiare. Prima studiano un itinerario poi selezionano tramite internet e segnalazioni di amici una decina di operatori a cui scrivono per richiedere un preventivo. In base alle risposte fanno un ulteriore selezione e scrivono ai prescelti per approfondire alcuni aspetti. Infine scelgono! I nostri partner mozambicani sono molto orgogliosi del fatto che la loro proposta sia stata valutata come la migliore e quindi scelta… e lo siamo anche noi di SOLE che tanto tempo e risorse abbiamo dedicato alla loro formazione!
Ecco cosa scrivono Rosalba e Maria Rosaria:
"Il viaggio è andato più che bene e ne siamo rimaste entusiaste. Il giusto mix tra il sociale e il turistico ci ha permesso di conoscere un paese più reale e comprendere il grande lavoro svolto dai volontari e quanto sia difficile orientare gli aiuti affinché questo popolo meraviglioso possa camminare con le proprie gambe.
Ci sentiamo di consigliare a tutte le famiglie adottanti la nostra emozionante e commovente esperienza di andare a conoscere il proprio affiliato. Consigliamo ai sostenitori che volessero conoscere i propri affiliati, di combinare il viaggio che dovrebbe includere la visita ad altre realtà sociali mozambicane prima di arrivare al villaggio dell'affiliato.
Per quanto riguarda Maputo, è stata molto interessante la visita del Bairro guidata; ci ha dato l'idea delle difficili condizioni in cui è costretta a vivere la gran parte della popolazione in contrasto con il Bairro dove sono dislocate le ambasciate ed altri ricchi quartieri residenziali della città.
Un altro posto che ci è piaciuto molto è l'isola di Santa Caterina: emozionate fare snorkeling tra una miriade di coloratissimi pesci.
Il soggiorno alla missione di Mongue con la visita alla scuola ci ha entusiasmato; un'oasi di pace dove avremmo potuto stare anche più a lungo. Camera più che dignitosa con ottimo cibo.
Bellissimo a Chivazane con il bel Lodge sulle alte dune di fronte all'oceano dove abbiamo potuto soggiornare tutti assieme e preparare la cena a base di spaghetti con gamberi; tempo un pò piovoso ma molto affascinante. Bellissima la spiaggia di Tofo.
Siamo comunque consapevoli che non avremo trovato di meglio rivolgendoci anche alla più quotata agenzia di viaggio. Possiamo affermare di esserci trovate più che bene e non abbiamo nessuna riserva a consigliare la vostra organizzazione a quanti vogliano visitare il Mozambico.
Un caloroso e particolare ringraziamento va a Stefano (ndr il Presidente di SOLE onlus che si trovava in Mozambico durante il viaggio di Rosalba e Maria Rosaria e che ne ha approfittato per accompagnarle nel visitare i progetti dell’associazione) che in ogni circostanza è ci è sempre stato vicino con le sue premurose attenzioni; ci siamo sempre sentite sicure e protette".
Rosalba e Maria Rosaria Montisci